lunedì 3 ottobre 2016

Mud, un film che incarna lo spirito adolescenziale

Mud
- Ellis e Neckbone sono due quattordicenni che si vogliono appropriare di una barca che si trova in un’isola del fiume Mississippi. Quando giungono sulle sue sponde notano l’imbarcazione appesa fra le fronde di un albero ma ispezionando la zona si accorgono della presenza di qualcuno, Mud, un uomo ricercato dalla polizia. Mud racconta ai ragazzi che è lì perché aspetta la sua ragazza, Juniper. Inizia a parlare di come l’ha conosciuta, che suppergiù aveva la loro stessa età quando se ne innamorò. Chiede quindi di essere aiutato a scappare con lei. Elly e Neckbone si faranno in quattro per accontentare Mud.

Regia
Mud - visione cinematografica
Trailer

Jeff Nichols

Genere
Drammatico

Anno
2012

Cast
Matthew McConaughey (Mud); Tye Sheridan (Ellis); Jacob Lofland (Neckbone); Reese Witherspoon (Juniper); Sam Shepard (Tom Blankenship); Ray McKinnon (Senior); Sarah Paulson (Mary Lee); Michael Shannon (Galen); Joe Don Baker (King); Paul Sparks (Carver); Bonnie Sturdivant (May Pearl).

Recensione
Mud in fondo è una storia d’amore. Una storia ambientata in Arkansas e inserita in un contesto degradato dalle alluvioni, un posto che sta per essere spazzato via. La legge infatti ha stabilito che le case galleggianti verranno buttate giù e gli abitanti si dovranno trasferire in città. Qui vivono due ragazzini e per loro quel posto è tutto. A tratti il film ricorda Stand by Me. Il desiderio di avventura, l’ingenuità adolescenziale, l’amicizia sono alcuni aspetti che riconducono Mud alla pellicola di Reiner. Jeff Nichols coglie perfettamente questi elementi e l’incornicia dentro un’aura di lieve tristezza che si evince dagli occhi dei protagonisti, in particolare di Ellis che crede fortemente nell'amore tra un uomo e una donna. Il cuore dell’ingranaggio è il sentimento, che tiene in piedi una robusta sceneggiatura. Mud ed Ellis sono simili ma separati da diversi anni di vita. Mud si rivede subito in quel quattordicenne e anche un po’ nel suo amico Neckbone. Rivede la sua infanzia e decide di stringere un’amicizia con loro. Ellis e Neckbone sono due bravi ragazzi, con buoni propositi e le loro giornate sono inframmezzate da una colonna sonora che sa prendere il meglio dalle scene e ne aumenta i toni, fornendo una marcia in più ai quadri registici. La fotografia è realizzata con stile e luci appropriate, regalando allo spettatore un Mississippi immerso nella natura selvaggia, tra serpenti e acque rovinate dalle inondazioni. Soprattutto esalta quella barca incastrata tra i rami di un albero, oggetto di contesa tra i due ragazzi e uno sprovveduto ma follemente innamorato Matthew McConaughey.
Del regista Jeff Nichols consiglio di vedere anche Take Shelter del 2011.

Regia
8,5
Sceneggiatura
8,5
Fotografia
8,5
Colonna sonora
8
Voto
8,4