mercoledì 17 agosto 2016

Il buio non è stato mai così spaventoso, Lights Out

Lights Out - Terrore nel buio

Regia
David F. Sandberg
Visione cinematografica
Trailer

Genere
Horror

Anno
2016

Cast
Teresa Palmer (Rebecca); Gabriel Bateman (Martin); Maria Bello (Sophie); Alexander DiPersia (Bret); Billy Burke (Paul); Alicia Vela-Bailey (Diana); Lotta Losten (Esther); Andi Osho (Emma); Amiah Miller (Rebecca da bambina); Emily Alyn Lind (Sophie da bambina); Ava Cantrell (Diana da giovane).

Storia
Quando si spengono le luci appare in penombra una creatura sinistra che avvicinandosi lentamente uccide brutalmente chi si trova nel buio.
Martin non riesce più a dormire perché ha paura dell’oscurità. Di notte sente sua madre parlare con una certa Diana ma il bambino non l’ha mai vista. Così il piccolo, insonne e impaurito, si addormenta a scuola. I servizi sociali contattano la sorella che intuisce subito di cosa si tratta. Anche lei infatti conosce molto bene quello sta passando Martin.

Recensione
il Cinema a modo mio
Questo film non si perde in fronzoli accendendo subito la miccia. Il suo obiettivo è terrorizzare. E ci riesce. Lo zampino di James Wan si vede e si nota anche se la regia è affidata a David F. Sandberg. È suo infatti il cortometraggio da cui è nato Lights Out. La macchina da presa mira a far saltare dalla poltrona il pubblico scaturendo nello spettatore uno stato d’ansia che si protrae per tutta la vicenda. Le inquadrature che spesso giocano sull'effetto a sorpresa sono efficaci e agevolano l’aspetto tetro e preoccupante. Lo script è conciso ed essenziale. Si sviluppa con perfetta gradualità terminando in crescendo. La fotografia, fondamentale per un ottimo horror, si distingue per le luci basse. Buio e ambienti esterni sono curati dettagliatamente senza generare confusione e creando un’immagine sempre ben definita e che al contempo provochi paura. La figura tenebrosa di Diana, realizzata egregiamente, sembra prendere spunto dal filone degli horror asiatici stile The GrudgeLa colonna sonora infine imprime con veemenza le sue note contribuendo sinergicamente a provocare l’effetto spaventoso.

Regia
8,5
Sceneggiatura
8
Fotografia
9
Colonna sonora
8
Voto
8,4