lunedì 22 febbraio 2016

Recensione del film "Il caso Spotlight"

Regia
Tom McCarthy

Trailer

Genere
Drammatico, biografico
Anno
2015
Cast
Mark Ruffalo (Michael Rezendes); Michael Keaton (Walter Robinson - “Robby”); Rachel McAdams (Sacha Pfeiffer); Liev Schreiber (Marty Baron); John Slattery (Ben Bradlee Jr.); Brian d'Arcy James (Matt Carroll); Stanley Tucci (Mitchell Garabedian); Jamey Sheridan (Jim Sullivan); Billy Crudup (Eric MacLeish); Gene Amoroso (Stephen Kurkjian); Maureen Keiller (Eileen McNamara); Paul Guilfoyle (Peter Conley); Len Cariou (cardinale Bernard Francis Law); Neal Huff (Phil Saviano); Jimmy LeBlanc (Patrick McSorley); Michael Cyril Creighton (Joe Crowley); Laurie Heineman (giudice Costance Sweeney). 

Storia
Una biografia che ha sconvolto il mondo cattolico.
Nel 2001, a Boston, un team giornalistico indaga su presunti abusi sessuali nei confronti di bambini che frequentano le parrocchie cattoliche. I preti sotto controllo aumentano esponenzialmente fino ad arrivare a numeri sconvolgenti. Il tutto viene confermato dall’inchiesta, portata avanti con caparbietà, del gruppo Spotlight del The Boston Globe.  

Recensione
Un’indagine giornalistica vissuta appieno. Un argomento delicato trattato da un’abile regia che esalta nel migliore dei modi l’aspetto dell’inchiesta, grazie ad una sceneggiatura che si sviluppa con naturalezza e fluidità. Il caso Spotlight è un film parlato. Non c’è azione. Ma riesce ad essere avvincente e a catturare l’attenzione dello spettatore. Il montaggio è rapido e si sposa magnificamente con lo script. La performance di Mark Ruffalo è eccellente. Non da meno è il resto del cast. 

Regia
9
Sceneggiatura 10
Fotografia 8
Colonna sonora 8
 Voto
8,75